Sei diabetico o vuoi aiutare un familiare che lo è? Rimani in contatto con noi.



* Consenso privacy

Macerata e Tolentino

Contribuisci

HOME

     scopri i nostri sostenitori

X                                                                                                   donaci il tuo

 

Ci puoi sostenere con erogazioni liberali ad importo libero. Grazie

 

Per le tue donazioni:

 

Coordinate bancarie per bonifici:

Associazione Tutela Diabetici Macerata e Tolentino

IBAN: IT 92 H07601 13400 001036912598

BancoPosta – Posteitaliane S.p.A

Versamento postale:

Associazione Tutela Diabetici Macerata e Tolentino

c/c postale n° 001036912598

 

Tutte le donazioni a favore di Associazione Tutela Diabetici Macerata e Tolentino OdV sono fiscalmente deducibili o detraibili secondo i limiti indicati dalla legge.

Associazione Tutela Diabetici Macerata e Tolentino OdV – in quanto Odv (Organizzazione di Volontariato) ed ente non commerciale – può far applicare ai suoi donatori le nuove disposizioni dettate per gli Enti del Terzo Settore, che consentono notevoli risparmi d’imposta.
In ogni caso, il risparmio fiscale è consentito a condizione che il versamento delle erogazioni in denaro sia eseguito tramite Banca (bonifico bancario) o Ufficio Postale (versamento in ccp o vaglia postale) o secondo altri sistemi di pagamento previsti dall’art. 23 del D.L. 241/97. Non è possibile ottenere l’agevolazione per un contributo versato in contanti, anche se viene rilasciata una ricevuta dall’Ente.

Benefici fiscali per i PRIVATI

  1. Detrazione dall’IRPEF pari al 30% delle erogazioni in denaro fino a €uro 30.000,00 (il limite era del 26% con la normativa precedente)
  2. Deduzione dal reddito sino al 10% del reddito dichiarato senza più alcun limite massimo (il limite era fissato invece a €70.000 nella normativa precedente)

La scelta tra le due alternative (detrazione o deduzione) dipende dal livello del reddito del donatore.
Per redditi superiori a circa 29mila €uro (non tenendo conto della tipologia di reddito e di molte altre variabili) è più conveniente applicare la deduzione.
Nel caso della deduzione, se il reddito complessivo dichiarato viene decurtato da ulteriori deduzioni in misura tale che la deduzione di cui si avrebbe diritto (per la donazione) non può essere interamente goduta, il donatore può portarsi in deduzione quanto non utilizzato negli anni successivi fino al quarto successivo alla prima dichiarazione.

Riferimento: Art 83, comma 1 e 2, D Lgs 117/17

Agevolazioni fiscali per le AZIENDE

Oggi sono previste delle agevolazioni fiscali per la donazione di un’azienda o per la donazione tra associazioni. Associazione Tutela Diabetici Macerata e Tolentino OdV è un’Organizzazione non lucrativa di utilità sociale (Onlus) e per questo motivo rientra nelle disposizioni dettate dall’ art.13 del decreto legislativo n.460 del 4/12/97 e dell’art. 14 del decreto legge n. 35 del 14/3/05, convertito in legge n.80 del 14/5/05, che prevede agevolazioni per coloro che versano contributi in suo favore.

Dal 1 gennaio 2018 inoltre è in vigore una Riforma di Legge (Dlgs 117/2017) che fa sì che donare diventi ancora più conveniente.

Con riferimento ai contributi liberali di denaro la Associazione Tutela Diabetici Macerata e Tolentino OdV attesta di possedere tutti i requisiti soggettivi e oggettivi richiesti dalle normative citate, compresa la tenuta della contabilità adeguata e la predisposizione del bilancio annuale.

Nella fattispecie, le agevolazioni fiscali per la donazione da parte di un’azienda e, per la donazione tra associazioni e, in generale, per le donazioni a onlus da società, sono regolate da questa disposizione:

Alle donazioni in denaro e in beni versate da aziende o da enti non commerciali si applica la deducibilità fino ad un massimo del 10% del reddito complessivo dichiarato, senza più limiti assoluti (che erano invece previsti dalla normativa precedente).

Nel caso in cui il reddito complessivo dichiarato venga decurtato da ulteriori deduzioni in misura tale che la deduzione di cui si avrebbe diritto (per la donazione) non può essere interamente goduta, l’azienda donatrice può portarsi in deduzione quanto non utilizzato negli anni successivi fino al quarto successivo alla prima dichiarazione

Riferimento: Art 83, comma 1 e 2, D Lgs 117/17